Interviste Partita 23/10/2018 23:07

Roma-CSKA Mosca, DI FRANCESCO: "C'è ancora tanto da migliorare, non bisogna abbassare la guardia" (AUDIO e VIDEO)

Queste le dichiarazioni di , allenatore della Roma, rilasciate alla stampa al termine del match con il CSKA Mosca:

DI FRANCESCO A SKY SPORT

Primo posto nel girone: il titolo è : la panacea di tutti i mali. Come si fa a passare dai fischi con la Spal alla partita perfetta oggi?
Questa è la mia squadra adesso anche se aveva inanellato partite buone in precedenza, dopo il primo tempo con la Spal alla prima difficoltà abbiamo perso tutto il filo logico del nostro gioco mentre in questa gara abbiamo fatto molte cose interessanti anche soffrendo all'inizio.

Vittoria anche grazie a . Cosa si può aggiungere su questo giocatore?
Che se avesse fatto gol domenica sarebbe stato ancora meglio (ride, ndr). E' un giocatore straordinario che quando ha la sua giornata non solo in fase di realizzazione ma di lavoro per la squadra è fortissimo, quando riesce a far giocare i compagni e a mettere giù palle lanciate sopra

Avete vinto ma non mi avete entusiasmato, lenti nel recuperare palla: è stata una mia impressione dalla tv o è successo veramente? (domanda di Fabio Capello, ndr)
C'è sempre qualcosa da migliorare mister perché questa squadra non ha mai avuto continuità e a volte le certezze vengono grazie ai risultati e alle vittorie. Sul recupero palla è soltanto un problema televisivo perché abbiamo recuperato 13 palloni nella metà campo avversaria nel primo tempo. Nel secondo tempo abbiamo voluto a tutti i costi il terzo gol per cui vedo tante cose positive ma non sempre si possono dominare partite per 90 minuti e lei lo sa. C'è da migliorare, da lavorare tanto e su questo sono pienamente d'accordo con lei.

Faccio fatica a capire il diverso rendimento di tra campionato e coppa
Può essere anche una questione psicologica, è un grandissimo professionista lui, a volte dà la sensazione di essere svogliato ma lui è un ragazzo che prepara le partite veramente al meglio poi può capitare la partita storta. Magari la sera gli piace di più giocare, mi dà questa sensazione, ricordatevi l'anno scorso o Milano. Questa è la strada da cui ripartire, perché quello che è successo sabato non mi è piaciuto, ci sono state delle cose dietro che non mi sono piaciute sulle quali è venuto anche fuori qualcosa e su cui dobbiamo lavorare. Quando si hanno tanti giovani si può pensare di essere già bravini ma il calcio non ti permette di abbassare la guardia.

Quando dice 'qualcosa dietro', ci aiuta?
Non mi è piaciuto come hanno preparato la partita con la Spal per alcuni episodi che so solo io e che dobbiamo sapere noi all'interno che ho sistemato. Le partite non si possono preparare 2 ore prima, si preparano durante la settimana e non si può pensare di arrivare il giorno prima e dire 'adesso si prepara la gara'. Non deve più accadere.

Bei gol stasera...
Anche tante situazioni che abbiamo creato e che non abbiamo finalizzato sono state belle. Questa squadra ha creato veramente tanto, dobbiamo essere più bravi a concedere meno

Le condizioni di Lorenzo Pellegrini?
L'ho fatto uscire precauzionalmente, era stanco. E' un ragazzo che spende molte energie e me lo voglio tenere per la prossima, facendolo recuperare.


DI FRANCESCO A ROMA TV

Serata perfetta.
L’azione che stavate facendo vedere in studio, l’immagine di , è significativa. Siamo stati bravi a soffrire ma anche bravi a recuperare i palloni nella metà campo avversaria. Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra ma dobbiamo sempre fare meglio e portare questo atteggiamento in campionato.

ha detto che avete fatto sembrare loro meno forti.
Vincere in non è mai facile, il CSKA è una buonissima squadra con talento che ha vinto contro il
e non sarà facile il ritorno.

Differenze di preparazione con la Spal.
Forse perché si gioca di sera (ride, ndr) . Qualcosa non mi era piaciuto ed e anche venuto fuori, ma finisce lì e rimane tra di noi. Nel secondo tempo contro la Spal si è pregiudicato il lavoro e mette in discussione tutto, le partite si possono vincere e perdere ma non transigo su atteggiamenti e preparazione.

Ora il campionato.
Si gioca di sera stavolta, forse serve un allenatore per il campionato e uno per la (ride, ndr). Assurdo vedere la differenza di preparazione delle partite tra quelle più importanti e quelle di minor importanza. Con la Spal era importante anche per le scelte che avevo fatto, segno che non pensavo alla . Si può perdere, ma non in quel modo. Ci può stare anche di fare grandi gare e non portare a casa nulla.

Abbiamo titolato "La ricerca della continuità".
La continuità l’avevamo anche trovata. Le partite si possono anche perdere, ma non come contro la Spal. Con le piccole quest’anno abbiamo anche peccato di presunzione forse.


DI FRANCESCO IN CONFERENZA STAMPA

Come si spiega una Roma così altalenante tra Serie A e ? Come sta Pellegrini? 
Non è uscito per un problema muscolare, Lorenzo è uscito a scopo precauzionale perché consuma tantissimo a livello fisico, l’ho visto un po’ stanco ho preferito evitare che potesse farsi male. Abbiamo già perso Kluivert e abbiamo tanti piccoli infortuni, siamo un po’ all’osso. ha giocato con dei dolori, non stava bene. Ci teniamo strette queste prestazioni in , dobbiamo migliorare con le piccole in campionato. Inutile nascondersi, la reazione c’è stata, la squadra ha dimostrato di esserci.

Olsen sempre presente…
Per vincere le partite serve il che para e l'attaccante che segna. Lui è cresciuto tantissimo anche grazie al lavoro di Savorani. L’ho già detto altre volte, non ha solo il merito di imparare tutto ciò che gli viene trasmesso ma fa bene anche con i piedi. Gioca la palla con tranquillità e personalità, sono contento della crescita di questo , può crescere ancora tanto.

Cosa l’ha stupita dal punto di vista tattico del CSKA?
Mi aspettavo questa squadra, sono bravi a giocare con i due trequartisti. Ci hanno messo in difficoltà all’inizio, poi abbiamo preso le misure. Hanno grande capacità di ripartire in velocità, è una squadra che ha talento.

La squadra dà l’idea di avere motivazioni supplementari in
Capisco i calciatori, ma per diventare una squadra grande e voler crescere, dobbiamo affrontare tutte le partite in questo modo. In questo ambiente bisogna stare sempre sul pezzo perché ci esaltiamo e ci buttiamo giù velocemente. Bisogna mantenere sempre una certa linea per rimanere equilibrato, facendo capire a tutti che non ci si può accontentare di questa partita perché domenica ce n’è un’altra.

Soddisfatto dell’atteggiamento dei suoi?
Vi spiego quello che ho chiesto alla squadra: loro difendevano a 5, bisognava muoversi tra le linee, cercando di tirare fuori un difensore. All’inizio ci abbassavamo troppo, dando loro la possibilità di assorbirci. Lavorando in questo modo, camiando versando di gioco, bisognava venire a prendere palla tra le linee, loro sono andati in difficoltà. Sapevo che avremmo potuto creargliele, sono stati bravi i ragazzi.

Poco incisivi nelle ripartenze? La classifica? 
Bisogna sempre puntare al meglio, ma dobbiamo innanzitutto cercare di qualificarci. Anche il girone dell’anno scorso era complicatissimo, dobbiamo andare a Mosca e non sarà una partita facile. L'obiettivo è la qualificazione, prima di tutto, poi penseremo ad altro. Sulle ripartenze è vero che alcune non le abbiamo sfruttate, siamo stati poco lucidi. Nel secondo tempo in particolare siamo stati molto bravi a non farli uscire, li abbiamo tenuti li per 10 minuti nonostante il 2-0. La squadra voleva il terzo gol fortemente e questo mi è piaciuto.

La differenza di rendimento tra campionato e coppa è lo specchio della filosofia della società? 
Come ho detto prima le competizioni vanno trattate allo stesso modo. E’ normale che questa crea un grande stimolo, stiamo dando risposte importanti. Si vede che bisogna cambiare allenatore in campionato e tenermi in (ride, ndr). Il pensiero di calcio ci deve essere anche in campionato. È normale poi che ci sono ragazzi giovani che devono crescere dal punto di vista mentale e negli atteggiamenti. Queste cose passano anche tramite le sconfitte nel percorso di crescita. Ci teniamo stretta questa , obiettivamente in campionato... Mi girano perché ne abbiamo perse veramente troppe.