Pagelle 28/09/2020 05:37

ROMA-JUVENTUS: le pagelle. VERETOUT "Elevato a potenza" 7,5 - IBANEZ "Roger federa" 6,5

LAROMA24.IT (Mirko Bussi) - La che veniva raccontata come già pronta ad aggiornare i manuali del calcio, che aveva maltrattato la Sampdoria, ieri battuta pure dal Benevento, che ha Ronaldo e 9 anni di vittorie, alla fine scende le scalette dell'Olimpico soddisfatta per il pericolo scampato.

La Roma del moribondo Fonseca, con il secondo , in attesa di un difensore, all'ennesimo giro di roulette sulla corsia destra, con l'invenduto , al termine sbuffa per aver lasciato uscire con le proprie gambe quelli di cui sopra.

Perché tra una partita e l'altra c'è il racconto del calcio, che spesso finisce per perdere contatto con quello che ha detto il campo.

MIRANTE 6 - Due su due. E nulla a cui potersi aggrappare.

MANCINI 5,5 - Dei tre cacciatori difensivi, è quello che chiude col sacco di duelli vinti meno pesante. E sul gol di Ronaldo, che pur stacca dove l'aria è rarefatta, quantomeno poteva renderne più complicato il decollo.

IBANEZ 6,5 - Roger federa. Avvolge il cuscino di Mirante e gli permette di riposarsi ben oltre l'immaginabile, visto l'avversario. Se col tempo imparerà anche l'arte del dialogo, oltre a quella delle maniere forti, potrà ambire al Ministero della difesa.

KUMBULLA 6,5 - Un tempo per fare la lista delle cose mancanti, tra cui spicca, ora, la disinvoltura in costruzione. Un altro, il secondo, per elencare tutto ciò che porta in dote: sofisticata capacità di lettura difensiva, lettura delle traiettorie e precisione d'intervento. Il ragazzo si farà, anche se ha le spalle strette.

SANTON 6 - Salta Karsdorp, ritarda , tocca a lui. Non dà nell'occhio, segno che è andato tutto per il meglio. DAL 68' 5,5 - Lo lasciano a far da steward al volo di Ronaldo. Più di quello, pesa la mancata produzione offensiva contro una squadra rimasta in dieci.

VERETOUT 7,5 - L'elevazione a potenza. Lo vestono da centrocampista ma è un diminutivo per quello che comporta la presenza di J17: in un ciclo continuo, aumenta la capacità difensiva, partecipa a migliorare quella di costruzione, raddoppia le possibilità di finalizzazione con i ripetuti inserimenti, fino a battere i rigori e ricominciare daccapo.

PELLEGRINI 6 - Gli fanno pagare la mano morta ma, nel resto della prestazione, lavora come un centrocampista d'annata, riducendo la complessità delle giocate ma aumentando la produttività. DAL 71' DIAWARA 5,5 - Nel tratto finale, con un avversario ridotto a 10, sbaglia un paio di trasmissioni che aprono il campo a ripartenze di speranza per i bianconeri.

SPINAZZOLA 6,5 - Se Kulusevski mostra gli scarichi placcati, lui, con stile più rinascimentale, tiene la strada al contendente e, alla fine, affonda anche di più le unghie nella carne difensiva della .

PEDRO 6 - Competenze e conoscenze lo tengono sempre all'interno delle cose utili della partita, pur senza saltare oltre il guado con colpi che possano schienare il rivale.

MKHITARYAN 6 - Si spegne sul più bello. Come al termine di un'azione di ripartenza condotta e finalizzata in prima persona, come al trascorrere del secondo tempo dove le fughe in campo aperto ne avevano ormai prosciugato la disponibilità fisica.

6 - Torna in cabina a mixare tracce e sentimenti per il ballo offensivo. Tutto apprezzabile fino all'ingresso nell'area di rigore, dove incenerisce un'occasione che aveva preparato con cura.

FONSECA 6 - Con la musica funerea che lo circonda, si mostra in tenuta sportiva e la squadra ne testimonia il battito vitale ancora presente, al punto da valutare come persi due punti lasciati sul prato innanzi alla . Gli si domanderà dei cambi ma, a guardare i profili che gli sedevano alle spalle, avrebbe più tentato la fortuna che altro.

@MirkoBussi