La penna degli Altri 22/08/2019 07:17

Roma incompleta davanti e dietro

IL MESSAGGERO (U. TRANI) - Fonseca insiste da tempo per avere il centrale difensivo che gli manca. Con eleganza, e senza dunque fare riferimento a , offre anche l'identikit: esperto e veloce. Finora Petrachi non è riuscito ad accontentarlo. Mancini è arrivato prima della richiesta pubblica del portoghese, Cetin subito dopo. Sono riserve, però: acerbo l'azzurro, scommessa il turco. Alderweireld avrebbe messo d'accordo l'allenatore e il ds. Ma, lasciando comunque aperto lo spiraglio per il ribaltone che sul mercato non è mai da escludere, la trattativa sembra sospesa, con il Tottenham che non fa nessuno sconto sul prezzo che è di almeno 28 milioni.

SOLUZIONE DI SCORTA Alderweireld, dopo la dolorosa separazione da , avrebbe fatto la differenza nella linea a 4 della Roma. Non Rugani che, riflessione principale, diventa esubero della proprio nella stagione in cui a Torino arriva Sarri che lo ha fatto sbocciare nell'Empoli. Il difensore, in 4 anni di serie A con la , ha giocato poco più di un terzo delle partite. E non sempre da titolare: 59, solo 15 su 38 nell'ultima, da perfetto panchinaro. Avere più di un dubbio è quindi legittimo. Ce l'hanno anche Fonseca e Petrachi. Non è il profilo ideale.

PROPOSTA INDECENTE L'operazione, invece, è inaccettabile se diventa solo economica e non tecnica. Soprattutto se per avere il venticinquenne la Roma spendesse come non ha fatto per Alderweireld che è titolare del Tottenham vicecampione d'Europa e del Belgio. E lo è ancora di più in più se, sempre per l'ennesima plusvalenza da mettere a bilancio, in bianconero finisse il talentino della Primavera di , il centrocampista Riccardi (classe 2001). Lo scambio, con l'inserimento del diciottenne, è la conferma che, se il presente è anonimo, il futuro proprio non interessa. A quello, però, pensa l'amica che si prende il meglio del vivaio giallorosso. Ha cominciato ad inizio estate con Luca Pellegrini, girato poi al Cagliari che continuerà a svezzarlo: a Trigoria, incassando anche 7 milioni di conguaglio, Paratici ha mandato Spinazzola (ieri si è fermato e non sarà disponibile contro il : distrazione muscolare al bicipite femorale sinistro). Ora tocca a Riccardi prendere la strada di Torino (non è affatto convinto e lo fa sapere su : «Ora più che mai...amore infinito», con cuori giallorossi), regalo alla tifoseria per il debutto in campionato domenica sera all'Olimpico. E chissà se domani, cioè l'anno prossimo, pure a Zaniolo.

INTERVENTO NECESSARIO Niente da fare per il sostituto di . E, al momento, nemmeno quello di . Davanti manca il rinforzo di primo piano almeno quanto dietro. Anzi di più. La Roma di Fonseca sarà a trazione anteriore e l'attacco di conseguenza fondamentale. Servono specialisti. Nell'ultimo campionato questo il rendimento dei giallorossi: 11 gol, 9, Kolarov 8, e 5, Cristante e Zaniolo 4, , Pellegrini, Under e Schick 3, Kluivert 1. L'investimento è da fare nel ruolo di . , Kluivert e , in 3, hanno realizzato meno reti: 9. L'esterno offensivo, dunque. Ma anche il vice . Se non è possibile raddoppiare lo sforzo, va scelto almeno l'interprete capace di coprire entrambi i ruoli. Mariano Diaz andrebbe bene, sempre che ritrovi la mira.