La penna degli Altri 02/07/2019 09:07

Da Conte a Pellegrini, da Barella a Dzeko: Roma-Inter, è guerra

C’è stato un tempo, nemmeno troppo lontano, in cui la Roma e l’ erano avversarie sul campo ma alleate sul mercato. Circa un anno fa raggiungeva Luciano a Milano mentre Davide Santon e Nicolò Zaniolo facevano il percorso inverso, direzione Trigoria. (...) Quello per se l’è aggiudicato l’ e una delle prime richieste del tecnico leccese è stato , che già avrebbe voluto al Chelsea. La Roma, che aveva offerto al bosniaco il prolungamento per altri due anni senza ricevere nemmeno una risposta, non l’ha presa bene e ha fissato un prezzo, 18-20 milioni di euro, che le avrebbe consentito di fare almeno una plusvalenza per sistemare i conti. L’ si è fermata a 10 più un calciatore, sul quale però non si è ancora giunti ad un accordo. Per rispettare la scadenza del 30 giugno, quindi, la Roma si è dovuta affidare ad una nuova alleata, la , con cui ha concluso il doppio scambio Luca Pellegrini-Spinazzola («Ho sempre simpatizzato per la Roma, questa stagione deve essere un punto di partenza», ha detto a Roma Tv) che ha portato 22 milioni di plusvalenza nelle casse. Ora la Roma non ha più fretta di cedere , per cui continua a tenere duro sul prezzo. (...) Ieri intanto il presidente del Cagliari, Tommaso Giulini, a margine dell’assemblea di Lega a Milano ha provato a fare chiarezza. «Abbiamo raggiunto l’undici giugno un accordo con l’ - le sue parole - sulla parte fissa ma non sui bonus, da quel giorno i nerazzurri non si sono fatti più sentire e forse il ragazzo non interessa più. La Roma ci ha fatto un’offerta ancora più importante (35 milioni «cash» più Defrel, valutato 15, e la possibilità di inserire Riccardi, ma mantenendone il controllo, n.d.r.) e abbiamo chiuso, siamo soddisfatti. Barella sta valutando, speriamo che tutto si risolva nel giro di pochi giorni». All’ non hanno gradito lo sgarbo, e per «rappresaglia» hanno provato a sondare il terreno con Lorenzo Pellegrini, che ha una clausola di 30 milioni, ricevendo però un secco no da parte del centrocampista, che a breve prolungherà il contratto, togliendo la clausola (...)

(corsera)