La penna degli Altri 23/04/2019 07:48

Manolas è salvo. Preparatori: sarà rivoluzione

Il sospiro di sollievo a Trigoria lo hanno tirato un po’ tutti, perché rinunciare a Kostas in questo ultimo scorcio di stagione avrebbe voluto dire – di fatto – perdere il barometro difensivo, l’uomo che cambia le sorti e anche le aspettative della linea difensiva giallorossa. Ed invece la risonanza magnetica a cui si è sottoposto ieri il centrale greco non ha evidenziato lesioni all’adduttore che lo aveva costretto ad alzare bandiera bianca durante il riscaldamento di San Siro, sabato sera, ad un soffio da -Roma. però continua ad avvertire fastidio ed allora oggi e domani svolgerà un lavoro differenziato, studiato ad hoc proprio per lui. Poi da giovedì – a meno di controindicazioni – si riaggregherà al gruppo, con la partita di sabato nel mirino, quella contro il Cagliari. (...) Arrivare a 50 infortuni muscolari nel corso della stagione o anche solo avvicinarcisi non sarebbe cosa gradita, anche se oramai i dirigenti della Roma da questo punto di vista sono pronti un po’ a tutto. Nel 2015-16 qualcosa di simile lo visse anche la , ma gli infortuni muscolari dei bianconeri si fermarono a circa 35. La Roma ha già ampiamente messo la freccia ed è anche per questo che nella prossima stagione cambierà un po’ tutto. A prescindere da chi sarà l’allenatore giallorosso del futuro. L’idea di è quella di rivoluzionare completamente il settore. Ecco perché è già stato deciso il ritorno dell’americano Ed (che sarà in pratica il capo dei fisioterapisti della Roma), che aveva lavorato con Darcy per tre anni (dal 2015 al 2018) e che aveva lasciato i giallorossi proprio la scorsa estate, finendo nel mirino della critica per i tanti crociati che erano saltati nei suoi tre anni. Ma con il suo, vorrebbe anche un altro ritorno, quello di Paolo Bertelli, che a Trigoria ha lavorato nell’era-Sensi dal 2005 al 2011. (...)

(gasport)