Interviste Partita 25/11/2021 23:14

Roma-Zorya, MOURINHO: «Basta bugie su Zaniolo. Potevamo fare meglio, era un girone da vincere» (AUDIO e VIDEO)

Queste le dichiarazioni di Josè Mourinho, allenatore della Roma, al termine del match con lo Zorya:

MOURINHO A SKY SPORT

Si aspettava una risposta e c'è stata. Ci sono segnali incoraggianti?
Il primo segnale è la responsabilità di andare avanti in questo girone, che dovevamo vincere. Abbiamo fatto molto molto bene dal primo, il risultato è ultrameritato, abbiamo creato tanto. L'avversario non è di livello alto, ma è capace di creare difficoltà: sono aggressivi e giocano a uomo. Abbiamo cercato soluzioni, con performance importanti a livello individuali. Siamo contenti.

Cosa ha fatto bene a Zaniolo: la doppia panchina o giocare davanti?
La panchina col Venezia è stata una conseguenza di una settimana con problemi e in cui non si è allenato, la seconda per dei pensieri miei perché ho pensato che Shomurodov dà profondità. Oggi ha giocato bene, come ho detto non mi aspettavo niente da lui da solo ma dalla squadra: ho avuto questo. Il suo atteggiamento mi è piaciuto veramente.

Quanto deve crescere Abraham?
Penso che anche lui stia facendo una strada come gli altri: lei capisce tanto di calcio (in riferimento a Bergomi, ndr), la mia squadra è di gente buona. Anche nella sconfitta non sono mai arrabbiato con loro perché ci sono sempre l'atteggiamento di squadra e di gruppo. E' veramente un gruppo di bravi ragazzi che devono crescere. Tammy viene da una realtà diversa, da una squadra sempre dominante in cui l'attaccate è lì solo per fare gol e non per lavorare con la squadra. Qui per noi è importante lavorare per la squadra. Oggi per necessità del sistema avevo bisogno che i miei due attaccanti facessero pressione sui difensori centrali e sul 4. Anche lui sta assimilando questo concetto di squadra, ovviamente può fare più gol e lo farà. Sono contento perché il suo atteggiamento sta cambiando tanto. Potevamo stare meglio in classifica in Serie A e vincere questo girone, ma sono contento dei ragazzi e soprattutto di lavorare con loro.

Che giocatore è Zaniolo secondo lei?
Ha grandi potenzialità, ma ha tanto da imparare dal punto di vista tattico e della stabilità dei suoi comportamenti in campo. Ha tanto talento e non ha bisogno di alti e bassi dal punto di vista della fiducia. È bravissimo e anche quando le cose non escono deve avere sempre consapevolezza del suo potenziale. Non dimentichiamo la cicatrice emotiva di un ragazzo che ha avuto grossi problemi a livello di infortuni. A volte soffre di alcune situazioni negative. Con la , per esempio, stava giocando in modo fantastico, in modo simile alla partita di oggi con la differenza della qualità dei giocatori bianconeri, e al primo segnale ha avuto la paura tipica di chi ha sofferto tanto. Bisogna lasciarlo tranquillo. Se posso chiedere alla stampa di Roma di non dire bugie, di non inventare storie e di non inventare problemi tra di noi che non esistono. Io sono qui per aiutarlo. Capisco che le bugie vendono di più ma chiedo di lasciarci lavorare tranquilli. Anche Roberto Mancini sarà felice se possiamo dargli un giocatore utile agli azzurri.


MOURINHO A DAZN

Una serata perfetta?
Si, oggi era una partita da dentro o fuori, solo il pareggio lasciava aperti i giochi ma ora siamo qualificati, ovviamente il secondo posto non è il primo ma andare avanti è già positivo. Abbiamo giocato bene, vinto con tranquillità, segnando bei gol, con prestazioni individuali molto positive e senza infortuni. Sono tranquillo.

Soddisfatto di Zaniolo?
Guardi, abbiamo Zaniolo e Abraham, dopo sono entrati Shomurodov e Mayoral, Felix era a casa perchè fuori dalla lista UEFA: in attacco non abbiamo problemi, abbiamo qualità diverse, opzioni e numeri. Lì davanti non abbiamo problemi. Abbiamo perso un giocatore top come , ma sull'attacco non posso piangere...

Abraham le ha regalato un gioiello, ma sembrava che aspettasse di sostuirlo...
Il cambio era in programma, Mayoral era già pronto, ma il secondo gol è stato perfetto.

Il pallone regalato a Missori?
Ha 17 anni, la sua prima partita con la sua amata Roma. Ieri pomeriggio sono andato nella sua scuola, oggi ha giocato in prima squadra. E' una vittoria per lui e per gli altri che erano a scuola con lui.


MOURINHO IN CONFERENZA STAMPA

Mkhitaryan può giocare ancora in mediana? Una soluzione che può durare?
Se giochiamo con questo modulo penso di sì perché, come attaccante non va bene, come terzino o giocatore di fascia nemmeno. Per me la posizione ideale è quella di oggi. I calciatori si devono adattare, anche Carles Perez ha fatto una partita di qualità e per lui vale lo stesso. Abbiamo giocatori di qualità che vogliono la palla e in queste tre partite, dico anche a Venezia dove abbiamo creato tanto, mi è piaciuta la squadra per il gioco espresso.

E' soddisfatto della voglia di sacrificarsi delle punte?
Se giochiamo con tanta gente offensiva dove praticamente abbiamo solo i tre difensori prima di tutto è importante avere la palla in una percentuale alta e non farsi trovare fuori posizione in fase di non possesso. Quando l'avversario ha la palla poi è importante che tutti lavorino come hanno fatto Zaniolo e Abraham oggi. Karsdorp, anche hanno fatto tanto lavoro senza palla. E' importante crescere come squadra e con questo spirito.

Questa partita può essere utile per i prossimi impegni?
Penso di aver già risposto. La prossima non avrò Cristante e Veretout, per la rosa che abbiamo dobbiamo far adattare i calciatori al modulo che adottiamo. Vina ci sarà la prossima partita e questo per noi è importante. Partita dopo partita vediamo. Ora abbiamo un ciclo terribile con Torino, e . La nostra rosa non è ricca come le altre squadre della parte alta della classifica e i calciatori devono fare questo sacrificio.

Come sta Karsdorp?
Di nuovo una gara incredibile. Se domani ho tutti i dati di chilometri, intensità e gps sicuramente mi spavento, perchè lo faccio sempre. A poco a poco dobbiamo dare un po' di riposo a chi gioca di più quando è possibile, come abbiamo fatto oggi con Ibanez. Smalling non è in grado di giocare 90 minuti, volevo fare questo tipo di gestione. Pellegrini è infortunato e quando dico che è infortunato, significa che lo è. Dovevo fare un po' di gestione, con Karsdorp non era tanto possibile, magari avrei potuto mettere Reynolds o Missori, però c'era anche Zaniolo che era stanco e mi ha detto che aveva problemi al polpaccio. Abraham sta giocando sempre, Mkhitaryan lo stesso. Oggi era quel tipo di partita in cui, se avessi potuto, avrei cambiato dieci giocatori negli ultimi 15 minuti.