Interviste Partita 16/01/2020 23:47

Parma-Roma, Dermaku: "Dovevamo sfruttare di più tutte le opportunità, dopo il loro gol ci siamo sbilanciati"

0-2 è il risultato maturato questa sera nella partita tra Parma e Roma valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia. Al termine del match, durante il post-gara, è intervenuto ai microfoni dei giornalisti presenti nella mixed zone dello stadio Tardini il difensore crociato Kastriot Dermaku il quale ha dichiarato:

DERMAKU A RAI SPORT

Come hai visto la partita..
Dovevamo sfruttare di più tutte le opportunità.

Che vi ha impensierito di più?
Il loro possesso palla, soprattutto nelle azioni da dietro. Noi abbiamo avuto le nostre occasioni ma dopo il gol loro ci siamo sbilanciati

Con quale atteggiamento affronterete la Juve?
Non abbiamo in testa l'obiettivo dell'Europa, dobbiamo salvarci. A Torino sarà dura, ma dovremo fare la nostra partita, una partita perfetta.

Kulusewski è cambiato?
No, ha gli occhi puntati addosso ma è un ragazzo serio, non sta avendo un calo. È giovane e deve dare il massimo. Ha tanta qualità e quantità, corre tanto ed utile per la squadra. A me impressiona per la sua visuale di gioco e gli assist che fa. Può solo migliorare.

DERMAKU IN MIXED ZONE

Siamo rimasti un poco male. Abbiamo giocato contro una grande squadra che è venuta fuori nel secondo tempo. Ora testa al campionato. Abbiamo peccato di precisione su qualche tiro. Non è facile quando si cambiano tanti giocatori però fa bene dato che chi ha giocato meno trova minuti nelle gambe.

Cosa servirà in casa della Juventus fra tre giorni?
Sarà difficilissimo, sono i campioni d’Italia. Cerchiamo di scendere in campo per fare risultato.

Come valuti la prima parte di stagione?
Ho fatto dieci partite tra coppa e campionato e non avrei pensato di trovare così tanto spazio, quindi sono felice della mia condizione.

Il tuo nome è stato accostato a tante squadre, c’è la possibilità che tu possa lasciare il Parma a gennaio?
Io non ho parlato con nessuna squadra, perché qui sto bene. La mia intenzione non è quella di lasciare il Parma.