Coppe europee 28/10/2020 13:51

Conferenza stampa, FONSECA: "Giocheranno Borja Mayoral e Smalling, dobbiamo subire meno gol". KARSDORP: "Voglio che sia il mio anno. Parlai coi Friedkin quest'estate, quando potevo partire" (FOTO E VIDEO)

Vigilia di Europa League per la Roma che domani riceverà il CSKA Sofia allo Stadio Olimpico per la seconda giornata della fase a gironi. Nel giorno precedente, come da programma, torna in conferenza stampa Paulo Fonseca, accompagnato da Karsdorp che sostituisce, ai microfoni e probabilmente nella formazione titolare, l'infortunato Santon inizialmente previsto come "spalla" in conferenza stampa al tecnico portoghese.

Per Fonseca: domani può giocare nuovamente Mayoral dal 1'?
"Sì, domani giocherà Borja"

Per Fonseca: con il ritorno Smalling spera di migliorare l'aspetto difensivo della squadra?
"Come sapete è un giocatore importante per noi ma non ha una relazione diretta con la prestazione difensiva della squadra, non possiamo parlare solo dei difensori quando si prende gol. Questi 3 ragazzi che hanno quasi sempre giocato in questa stagione, hanno sempre fatto bene"

Per Fonseca: a che punto è l'inserimento di Borja Mayoral. Lo considera un centravanti adatto al suo gioco?
"Borja è un attaccante e lì giocherà. E' un giovane che ha bisogno di adattarsi, ha giocato sempre in realtà diverse da questa. Ha lavorato molto nella partita con lo Young Boys, era una partita difficile, con campo sintetico. Ho fiducia in Borja ma dobbiamo capire che ha bisogno di tempo"

Per Fonseca: in una situazione come questa, legata al Coronavirus, il calcio non dovrebbe riflettere su una riduzione di partite?
"E' una situazione complicata, credo che tutte le squadre siano molto rigorose. Ho fiducia nelle autorità, voglio credere che non cambierà nulla per un campionato più giusto credo sia importante andare avanti così"

Per Fonseca: Smalling partirà titolare?
"Sì, Smalling giocherà titolare"

Per Fonseca: Roma e Milano hanno fatto meglio di tutte dal lockdown, Pioli è esaltato dalla stampa. Ha la sensazione che ci sia troppa critica nei suoi confronti?
"La risposta sta nella domanda per me. Sono focalizzato nel lavoro"

Per Fonseca: la Roma subisce sui calci d'angolo, è una questione di attenzione o di disposizione?
"E' vero che il Milan è una squadra fortissima sulle palle ferme ma noi non abbia difeso come facciamo di solito. Non è una questione di struttura ma possiamo far meglio, questa squadra ha dimostrato di essere una squadra quasi sempre sicure sulle palle ferme, non sono preoccupato"

Per Fonseca: contro il Milan un'altra rimonta. Cosa si può fare per migliorare l'approccio?
"Per me quello che è importante è vedere una squadra che sta bene, che ha fiducia e ha fatto una bella partita col Milan. Quello che dobbiamo migliorare è nel non prendere gol. Abbiamo iniziato bene, ma non può succedere che prendiamo gol all'inizio come nella ripresa. La squadra ha dimostrato grande carattere e penso abbia fatto una buona partita"

Per Fonseca: quanto è difficile correggere errori come quello nel primo gol col Milan, quando la difesa guardava solo la palla?
"Difensivamente è uno degli aspetti su cui lavoriamo di più. Il controllo della profondità...è stata una situazione in cui sono usciti velocemente, non c'era pressione e dovevamo controllare meglio la profondità. Non lasciavamo giocare dentro il Milan e cercavano molto la profondità però, tranne uno o due momenti, abbiamo controllato bene la profondità"

Per Fonseca: affrontiamo una squadra in difficoltà. Qual è la peggior insidia?
"Per me è importante avere l'atteggiamento giusto per questa partita. E' vero che il CSKA non è stato regolare nelle ultime partite ma non possiamo dimenticare che hanno battuto il Basilea, una squadra fortissima. Abbiamo visto una squadra forte fisicamente, che vuole la palla, profonda, con giocatori bravi nell'uno contro uno. Non so cosa succederà perché hanno cambiato allenatore in questa settimana, però dovremo avere concentrazione e l'atteggiamento giusto per non lasciarli giocare e avere fiducia durante la partita"

Per Karsdorp: in estate sembravi destinato a lasciare la Roma. Cosa ti ha spinto a restare?
"Sono molto felice di essere qui, lo scorso anno sono stato in prestito e quest'anno sono tornato con la convinzione di poter giocare. Nel precampionato ho disputato diverse partite, poi ho avuto un infortunio e ora sono tornato in gruppo"

Per Karsdorp: più difficile giocare sapendo che c'è una concorrenza a tre per una maglia?
"No, è normale quando giochi per una squadra come la Roma. Questa è una delle cose che mi piace del calcio, dovermi sempre mettere alla prova e dimostrare"

Per Karsdorp: ha definito la sua prima esperienza alla Roma scioccante. La situazione è cambiata e se sì, come?
"Credo ci sia stato anche qualche errore nella traduzione, quando sono andato al Feyenoord non ero contento di aver lasciato Roma. Non ho detto molte cose, sostanzialmente mi sono limitato a dire che per me, giovane calciatore olandese alla prima esperienza in Italia, non era facile e mi trovavo molto più a mio agio nel poter parlare la mia lingua coi compagni, mangiare con loro e giocare con loro. Oggi le cose sono molto diverse"

Per Karsdorp: cosa vi siete detti con alla fine di Milan-Roma?
"Non ricordo perfettamente però mi sembra di essermi scusato con lui per un passaggio errato che gli avevo fatto"

Per Karsdorp: siete favorevoli a continuare a giocare o vi state iniziando ad interrogare?
"Prima di tutto non sono nella posizione di potermi esprimere su questo tema. Quello che facciamo è fare test quotidianamente e credo sia la soluzione migliorare per tenere sotto controllo questo brutto virus"

Per Karsdorp: in cosa credi di dover migliorare ancora tanto?
"Credo di dover migliorare un po' in tutto. Non sono lo stesso calciatore di quando la Roma mi ha acquistato, sono contento di star bene e giocare con una certa continuità. Spero che questo mi permetta di esprimere tutto il mio potenziale e tornare a essere quel giocatore di quando la Roma mi acquistò"

Per Karsdorp: sei stato vicino all'Atalanta e al , cosa ti ha spinto a rifiutare?
"E' il passato, ora sono qui. Venivo da diversi infortuni, magari pensi se sia il caso di andare da qualche altra parte. Sono contento di essere qui e dimostrare cosa posso fare per la Roma. E' vero che parlai coi Friedkin, è stato un bell'incontro"

Per Karsdorp: stai lavorando tanto sulla fase difensiva?
"Devo migliorare sotto tutti i punti di vista. Non sono mai soddisfatto di me stesso, voglio sempre fare di più. Anche quando gioco bene e ricevo elogi in Olanda non ci faccio troppo caso. Devo migliorare molto, specialmente in fase difensiva, spero vivamente che questo possa essere il mio anno"

Per Karsdorp: ti trovi più a tuo agio con dietro tre difensori?
"Per me non cambia molto. Sia a 3 che a 4, il terzino può attaccare. E' vero che forse a 3 il terzino attacca di più ma si può andare avanti con entrambi i sistemi"