Altre 17/03/2020 19:00

LIVE - Coronavirus: Europeo e Coppa America rinviati al 2021. Matuidi della Juventus e Zaccagni del Verona positivi al test, Florenzi negativo. Sei casi per l'Espanyol, 4 in NBA tra cui Kevin Durant

Non si ferma l'emergenza Coronavirus che investe ovviamente anche il mondo del calcio. Oggi si profila una giornata decisiva per la programmazione della ripresa dei campionati: previsto per stamattina il vertice Uefa che deciderà, tra le altre cose, lo slittamento di Euro 2020. Qui tutti gli aggiornamenti live:

LIVE:

22:30 - Il Coronavirus si espande sempre più anche agli Stati Uniti: altri 4 casi di positività in NBA, dove sono risultati positivi 4 giocatori dei Brooklyn Nets, tra cui la stella Kevin Durant. Tutti e 4 si trovano in isolamento.

(sky sport)

21:50 - Altri casi di positività al Covid-19 arrivano dalla Spagna, dove l'Espanyol ha comunicato che 6 persone, tra calciatori e staff tecnico, sono risultati positive:

21:30 - Altro caso di positività al Covid-19 in Serie A, si tratta di Mattia Zaccagni del Verona: "Verona - Hellas Verona FC comunica che Mattia Zaccagni è stato sottoposto ad esami medici che hanno evidenziato la sua positività al Coronavirus-COVID-19. Il calciatore, così come tutta la squadra, prolungherà il già attivato isolamento volontario domiciliare sino al prossimo 25 marzo, continuando ad essere monitorato. Zaccagni sta bene: nei giorni scorsi ha avuto solo qualche linea di febbre"

(hellasverona.it)

21:00 - Nel frattempo la Lazio ha fatto sapere che la ripresa degli allenamenti è fissata per lunedì 23 marzo nonostante lo stop governativo fino al 3 aprile:

20:35 - Ai microfoni dell'emittente radiofonica, il presidente del ha rilasciato alcune dichiarazioni sullo stop al campionato legato al Covid-19: "Lega Serie A e FIGC sono concordi nel far ripartire il campionato il 9 maggio”.

(radio kiss kiss)

20:33 - Dopo i provvedimenti presi dal governo, si ferma anche il campionato in Ucraina, uno dei pochi in Europa che stava proseguendo.

20:30 - Non si è fatta attendere la risposta del Brescia: "Il Brescia Calcio tiene a precisare che la convocazione per la giornata di domani, mercoledì 18 marzo 2020, presso il Centro Sportivo di Torbole Casaglia è stata inoltrata ai tecnici di base a contratto, tra cui collaboratori tecnici e preparatori atletici. Tale convocazione non è stata mandata né ai primi né ai secondi allenatori sollevati dal loro incarico nel corso di questa stagione. La ragione della convocazione è data dal fatto che, considerata la situazione sanitaria in corso, già da qualche settimana era stata fatta una valutazione in merito alla possibilità di prevedere una programmazione dell’attività con allenamenti a singolo giocatore o al massimo a gruppi di due giocatori, frazionati nella giornata e distribuiti su tutta la superficie del Centro Sportivo. Nell’ottica di programmare una simile attività e con l’intento di garantire la massima sicurezza dei propri atleti e tesserati, è stato ritenuto opportuno attingere a tutte le risorse possibili, tra il personale sotto contratto con Brescia Calcio. Brescia Calcio precisa infine che in vista dell’incontro di domani, per tutelare la salute di tutti, garantirà il rispetto di tutte le misure di sicurezza indicate dal Decreto Ministeriale relativo ai comportamenti da tenere sul posto di lavoro”.

(bresciacalcio.it)

20:00 - Duro comunicato, da parte dell'Aiac, nei confronti del Brescia, accusato dei aver convocato lo staff tecnico nonostante lo stop alle attività: "L’ASSOCIAZIONE ITALIANA ALLENATORI CALCIO vuole oggi denunciare la grave ed irresponsabile condotta posta in atto dalla società Brescia Calcio S.p.A. nei confronti degli allenatori e preparatori atletici in precedenza esonerati. Nonostante emerga dal sito ufficiale del Club la “sospensione di tutte le attività della Prima Squadra fino al giorno 28 marzo compreso”, il Brescia Calcio S.p.A. ha inspiegabilmente richiamato e convocato per domani mattina alle ore 9.00 al campo di allenamento di Torbole Casaglia i collaboratori tecnici, i preparatori e gli osservatori facenti parte degli staff di Mr. Fabio Grosso e di Mr. Eugenio Corini, già esonerati nel corso della stagione dal rendere le loro prestazioni. Tale convocazione appare del tutto illegittima e strumentale, nonché contraria al buon senso, alla correttezza e alla buona fede nell’esecuzione del contratto, tenuto conto della gravità della situazione che sta interessando proprio in questi giorni la provincia bresciana e considerata l’attuale sospensione degli allenamenti della prima squadra, in ferie sino al 28 marzo. La richiesta appare, inoltre, violativa delle disposizioni del DPCM del giorno 11/03/2020, come integrato dalla precedente normativa emergenziale, oltre che della normativa sulla sicurezza nei posti di lavoro ed espone i lavoratori ad inutili e gravi rischi per la salute propria e degli altri. L’AIAC stigmatizza e censura fermamente l’iniziativa del Club ed è accanto ai propri associati, preannunciando fin d’ora l’intenzione di intraprendere ogni iniziativa e denuncia alle autorità sportive e di sicurezza nazionale a fronte di una condotta che andrà valutata anche sotto il profilo dell’eventuale rilevanza penale. Si consiglia ai propri associati di rimanere ciascuno nelle proprie abitazioni finché non lo consentiranno il contesto normativo e le condizioni igienico-sanitarie ivi prescritte”.

19.22 - Secondo caso di Coronavirus nella : il centrocampista francese Blaise Matuidi è risultato positivo e, come fa sapere la società bianconera, "si trova in isolamento volontario domiciliare e continuerà ad essere monitorato e a seguire lo stesso regime. Sta bene ed è asintomatico"

(.com)

VAI AL COMUNICATO

17.35 - Ricevendo le richieste di UEFA e CONMEBOL di spostamento per Campionati Europei e Coppa America, la FIFA ha disposto il rinvio del Mondiale per Club (FIFA Club World Cup). Sul comunicato ufficiale del massimo organismo mondiale calcistico si legge che la manifestazione verrà rischedulata in un secondo momento, quando ci sarà maggiore chiarezza sulla situazione dello sport mondiale, nel 2021, nel 2022 o nel 2023.

(fifa.com)

VAI AL COMUNICATO

15.30 - Oltre alla decisione, resa ufficiale dall'Uefa, del rinvio dei prossimi Europei, è stato istituito un gruppo di lavoro per esaminare le possibilità per l'edizione di questa stagione di  ed Europa League, attualmente sospese per l'emergenza coronavirus. A quanto si apprende, l'obiettivo è disputare la finale delle due competizioni entro giugno.

14.55 - Nuove indiscrezioni sulle decisioni dell'Uefa nell'incontro con le federazioni: la finale di Europa League sarà il 24 giugno mentre quella di il 27. La stagione dovrà essere conclusa entro il 30 giugno.

14.10 - Dopo l'Europeo, si ferma anche la Coppa America. La CONMEBOL ha annunciato che la manifestazione continentale sarà rinviata al 2021. Alla luce del rinvio contestuale anche dell'Europeo dovrebbe essere rivisto anche il programma di date e orari (le finali infatti sono in programma alla stessa ora).

14.00 - E' UFFICIALE: la Uefa ha rinviato l'Europeo al 2021Il torneo si svolgerà dall'11 giugno all'11 luglio 2021.

13.30 - Il calcio si ferma anche in Russia. Stop a tutti i campionati fino al 10 aprile. Lo comunica la federazione russa tramite una nota ufficiale.

13.20 - La Uefa ha deciso di rinviare l'Europeo al 2021 dopo aver consultato tutte le federazioni. L'ufficialità è attesa nel pomeriggio. Il torneo si svolgerà dall'11 giugno all'11 luglio 2021.

12.15 - Una bella notizia dalla Spagna: Alessandro  è risultato negativo al test per il coronavirus. Lo rivela su il giornalista del 'Corriere dello Sport' Roberto Maida. Ieri l'ex capitano della Roma era stato sottoposto al tampone dopo la positività di tre suoi compagni di squadra del Valencia (Garay, Gayà e Mangala) e altri 2 componenti dello staff.

11.40 - Nuovo caso di Coronavirus in Germania. Positivo un calciatore dell'Hertha Berlino, che ha disposto la quarantena di 14 giorni per tutti i componenti della prima squadra e dello staff tecnico.

11.25 - Dieci calciatrici della femminile, tutte atlete anche della Nazionale italiana, sono in isolamento volontario domiciliare. Lo ha disposto la società bianconera. Le giocatrici «durante la trasferta o il viaggio di ritorno dall'Algarve Cup, a inizio marzo in Portogallo, potrebbero aver avuto contatti con un soggetto che si è successivamente rivelato positivo al Covid.19», si legge nella nota del club. Le dieci calciatrici - precisa la - sono tutte asintomatiche.

(.com)

11.10 - «Abbiamo fatto il tampone, stiamo tutti bene»: così Koffi Djdiji, difensore del Torino, ha rassicurato tutti in un'intervista rilasciata al portale francese. «In casa continuiamo la preparazione, in chat comune continuiamo a restare in contatto - aggiunge il giocatore franco ivoriano -: non vediamo l'ora che tutto torni alla normalità, era giusto fermare il campionato perché la salute è più importante di tutto».

(calciomio.fr)