Eventi 22/07/2019 15:17

Conferenza stampa, DIAWARA: "Sono motivato e onorato di essere allenato da Fonseca. Champions obiettivo minimo" - DE SANCTIS: "Voluto fortemente dalla società" (FOTO e VIDEO)

DA TRIGORIA DAMIANO FRULLINI - Dopo Pau Lopez e Spinazzola, è il turno di Amadou Diawara a presentarsi in conferenza stampa. Il neo centrocampista giallorosso, in arrivo dal , è intervenuto al "" di Trigoria accompagnato da Morgan , collaboratore del ds Petrachi.

Prende la parola : "Siamo felicissimi sia qui, è giovane e un centrocampista moderno completo, che abbina qualità tecniche con caratteristiche di impatto fisico e interdizione, che secondo noi mancavano al centrocampo. Siamo convinti che possa dare un contributo alla nostra squadra. I numeri lo testimoniano, è stato voluto fortemente dalla Roma".

Hai giocato in un centrocampo a 3 e a 2. In che ruolo ti trovi meglio?
"Sono abituato a giocare nel centrocampo a 3, ma mi adatto anche a 2. L'importante è fare ciò che il mister chiede e aiutare la squadra".

Come stai a livello fisico? Hai rinunciato anche ad alcuni giorni di vacanza.
"Ho tagliato le vacanze per conoscere prima l'allenatore e i compagni. Sto bene, cercherò di stare bene già da oggi".

Qual è l'obiettivo minimo della Roma?
"Sicuramente arrivare in . Dobbiamo fare di tutto per andare minimo in ".

Che differenza vedi in questo momento tra la Roma ed il ?
"Entrambe sono grandi squadre, ma quest’anno potremo fare una grande stagione".

Perché hai scelto il dopo il e non la Roma?
"Non sono venuto perché era la volontà di Dio. Non importa, ora sono motivato e voglio fare bene".

La Roma è un punto d'arrivo o di partenza?
"Sono arrivato motivato e so di essere in una grandissima squadra. Darò tutto per aiutare la squadra ad arrivare dove merita".

Che ti ha chiesto nello specifico Fonseca?
"So che per il mister il centrocampista è molto importante perché vuole sempre uscire palla al piede. Quando mi ha chiamato, per me è stata un'emozione. Sono onorato di essere allenato da lui".

Come è nata la trattativa per arrivare qui, sei convinto che saresti arrivato anche al di là della cessione di ?
"Penso di sì, a prescindere da . Sono stato voluto fortemente dalla società. Ringrazio società e allenatore per la fiducia e spero di ripagarla al meglio".

Che ne pensi dei tifosi?
"Già da avversario il tifo qui mi ha fatto impressione. Posso dire che farò il massimo in allenamento e in partita".

L'ex allenatore della Guinea ti ha paragonato a Kanté, ti ci rivedi?
"Non lo so, Kanté è di grandissimo livello. Non posso dire che somiglio a lui. Posso dire che il mio idolo è Yaya Touré e mi vedo più in lui".

Può essere un'eredità scomoda venire dopo , ?
"Sono giocatori forti, da avversari mi hanno messo in difficoltà. Sono ancora giovane, spero di dare il massimo in allenamento e partita per fare il mio massimo e perché no superarli".