Massimo Ascolto 14/02/2018 22:00

NISII: "Totti un corpo estraneo in questa Roma, con la società non c'è feeling" - VESPA: "Quello che farebbe lui è l'esatto opposto di quello che farebbe Pallotta"

Al centro delle discussioni tra gli opinionisti dell'etere romano le parole dell'ex giallorosso, Francesco , che ha rilasciato un'intervista per il programma di Sky Sport, "I signori del calcio". Secondo Alessandro Austini " deve trovare una sua strada, che ruolo ha nella Roma? Non ha un incarico preciso e per averlo devi avere delle capacità e la volontà: deve capire cosa vuole fare". "Non c'è feeling con questa società: in questa Roma è un corpo estraneo", il giudizio di Federico Nisii. "Ma quelle cose le diceva anche da giocatore. è questo, prendere o lasciare", ribatte Max Leggeri.

Roberto Pruzzo, invece, si concentra sulla prossima sfida di campionato contro l'Udinese: "Credo che sabato non sarà difficile conquistare altri tre punti per la Roma, e nove punti in tre partite vuol dire molto per la corsa ". Uno sguardo alla prossima stagione da parte di Gianluca Lengua: "Molti giocatori sono a fine ciclo: la Roma sta riflettendo su , e ".

_____

Questo e tanto altro in "Massimo Ascolto", rubrica de LAROMA24.IT, curata dalla redazione. Una passeggiata tra i più importanti programmi radiofonici della Capitale. Buona lettura.

_____

  • ha detto ’per vincere servono i campioni’ Il problema è che quando diceva quelle cose era un giocatore della Roma e auspicava la crescita della squadra per vincere, oggi è un dirigente e si confronta con una realtà diversa. Situazioni diverse dal semplice auspicio. Se è un messaggio a qualcuno diventa controproducente. E la Roma sta sbagliando a non coinvolgerlo di più in certe dinamiche, dovrebbe essere un frontman (FRANCESCO ODDO CASANOCentro Suono Sport, 101.5, 1927 – La storia continua…)


ha detto cose che tutti pensiamo, nulla di scandaloso. Che sia un dirigente o un ex capitano, ha detto cose che pensano anche gli stessi dirigenti della Roma: se hai grandi campioni arrivi fino alla fine, la
insegna. Forse c’è un piccolo messaggio: se non vai a prendere campioni, si faranno sempre campionati mediocri (
GIUSEPPE GIANNINICentro Suono Sport, 101.5, 1927 – La storia continua…)

  • ha detto una verità che sapevamo tutti: bisogna spendere per vincere. Ho letto che dal prossimo anno si vorrebbe ripartire da diversi giovani, con qualche giocatore importante ma è un film già visto. Ma se vuoi vincere serve un budget di mercato alto, altrimenti non si vince (FABIO PETRUZZICentro Suono Sport, 101.5, 1927 – La storia continua…)
  • ha pienamente ragione. Il problema è che quello che farebbe lui è l’esatto opposto di quanto farebbe : non investirà, si ripartirà dai giovani ma è tutto molto lontano da ciò che serve per vincere. ha parlato da tifoso (FEDERICO VESPACentro Suono Sport, 101.5, 1927 – La storia continua…)
  • C’è tutto in quell’intervista, ricordo estati intere in cui faceva la lista degli acquisti. Per fortuna di è un dirigente ‘senza portafoglio’, altrimenti farebbe una squadra da Football Manager… Parla più da tifoso che da dirigente, fosse per lui prenderebbe davvero i più forti al mondo. E da dirigente merita di essere aspettato per tutto il tempo di cui ha bisogno (GIANLUCA PIACENTINITele Radio Stereo, 92.7)
  • , nella sua testa, è rimasto ancora un calciatore. Se avesse metabolizzato bene questa trasformazione non avrebbe detto le cose che ha detto da sempre. Ho l’impressione che questo scatto nella sua testa ancora non c’è stato (ANDREA PUGLIESETele Radio Stereo, 92.7)

_____

  • , in questa Roma, è un corpo estraneo. Questo non può e non deve accadere: con questa società non c’è feeling reciproco, credo si possa dire ormai (FEDERICO NISII, Tele Radio Stereo, 92.7)
  •  ha detto quello che pensano tutti i tifosi Se ci si aspetta che diventi un filosofo o uno che rispetti ordini dall'alto abbiamo sbagliato strada. Sono cose che ha sempre detto, anche da giocatore e anche sotto la gestione Sensi. è questo: prendere o lasciare (MAX LEGGERICentro Suono Sport, 101.5, 1927 - La storia continua...)
  • La chiave su è se lui si senta calciatore o dirigente? Secondo me si sente ancora giocatore, è un passaggio che non ha ancora fatto. Nei confronti di questa società credo ci sia un po’ di risentimento per averlo fatto smettere di giocare. Se non vado d’accordo col mio padrone, però, io me ne andrei (PIERO TORRITele Radio Stereo, 92.7)
  • La Eoma vista contro il Benevento non basta a Udine. In questo momento si deve vincere e in questo momento la Roma non dà questa idea per la prossima partita (FURIO FOCOLARIRadio Radio, 104.5, Radio Radio lo Sport)
  • Va bene che sta giocando fuori ruolo ma se riuscisse a mettere un cross preciso o centrare la porta quando calcia sarebbe già meglio... E devono giocare i migliori, è un momento cruciale e devono giocare chi è più in forma e ha più responsabilità. Non possiamo aspettarci che sia il ragazzino turco a salvare la Roma in queste tre partite (LUIGI FERRAJOLO, Radio Radio, 104.5, Radio Radio lo Sport)
  • ha chiesto 4 milioni l’anno alla Roma per il rinnovo di contratto. Siamo sicuri che voglia rimanere in giallorosso? Non è molto contento di come è stato trattato gli ultimi mesi, sia all’interno che all’esterno di Trigoria. Credo che i giocatori stiano arrivando a fine ciclo: credo che il club voglia sostituire , e . Quest'estate Monchi vorrà fare la sua Roma, questa finora è stata la Roma di (GIANLUCA LENGUARadio Radio, 104.5, Radio Radio lo Sport)

_ _ _

  • In società non hanno preso bene le parole di . E’ simile al comportamento di a capodanno. Mi spiego: quando si lavora in un’azienda è importante capire anche i momenti e saperli leggere. Questa intervista è stata fatta prima del mercato, era un momento particolare. A volte i giocatori si sentono così amati che pensano di essere più importanti della Roma. In piccolo il discorso è questo (GABRIELE ZIANTONI, Tele Radio Stereo, 92.7)
  • ritrova tanti titolari e l’Udinese, dopo un inizio brillante, ha preso un po’ di forza e qualità. Credo che sabato non sarà difficile conquistare altri tre punti per la Roma, e nove punti in tre partite vuol dire molto per la corsa . Io sono fiducioso. Il rientro di è importante e poi prima o poi si sbloccherà Schick (ROBERTO PRUZZORadio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino, Sport e News)
  • Negli ultimi mesi l'Udinese si è un po' seduta, ma è una squadra da metà classifica. La partita col Benevento è stata sbloccata dai singoli e non dalla forza del gioco, gli esterni sono stati molto deludenti. Le dichiarazioni di sbugiardano , perché lui ha sempre detto che a gli diceva tutto. Ma dice chiaramente che non c'è mai stato un confronto e che mai ci sarà. Ma l'apice lo raggiunge parlando di dicendo che lui comprerebbe tanti campioni, una cosa che ha sempre detto anche durante la presidenza Sensi.  (JONATHAN CALÒCentro Suono Sport, 101.5)
  • ha detto le stesse cose che ripete da vent'anni. È anche un po' "populista" quando dice che servono i campioni, un concetto di una banalità estrema. Lui, come i giornalisti, non analizza il calcio per come è nel 2018. non può mettere i soldi che gli pare, perché se lo fai non giochi in Europa. deve trovare una sua strada, che ruolo ha nella Roma? Non ha un incarico preciso e per averlo devi avere delle capacità e la volontà: deve capire cosa vuole fare. è più della Roma e questa forza devi sfruttarla a vantaggio della Roma, come? Dandogli un incarico preciso (ALESSANDRO AUSTINITele Radio Stereo, 92.7)
  • Comincio a essere preoccupato per Kolarov. Sta bene e non ha problemi fisici, ma si gioca troppo sulla questione che fisicamente è un portento. Avrebbe bisogno di tirare il fiato, ma il suo sostituto neanche si allena con il gruppo... (GIOVANNI PARISICentro Suono Sport, 101.5, Te la do io Tokyo)