La penna degli Altri 12/10/2018 07:19

Si scalda Perotti: per la Roma è l'ora dell'esperienza

In un’attualità in cui la parola «populismo» sembra essere la chiave d’interpretazione del presente, la discrepanza che c’è tra i dati reali e la percezione della realtà fa molto discutere. Come sorprendersi se questo sfora anche nel calcio? La Roma, ad esempio, secondo le statistiche della Lega di Serie A mastica numeri da zona , anche se la posizione in classifica la premia solo del quinto posto, in condominio con la Sampdoria. Invece la squadra giallorossa è seconda dietro la per gol segnati (16), seconda dietro l’Empoli per legni colpiti (5), terza dietro a e per tiri in porta (112) e terza dietro e per cross effettuati (67). (...) In fondo, la vera cartina di tornasole è stata la sfida alla Lazio, venuta subito dopo il match contro il . Se contro i ciociari era stato a tenuto a riposo proprio in vista del derby, nella Stracittadina la strada scelta è sembrata chiara: dentro 7 giocatori con più di 28 anni – a cominciare da Olsen, Nzonzi e Pastore – di cui 4 ultra-trentenni (, Kolarov, e ). (...) A ricomporre il gruppo dei senatori, però, manca ancora un esponente di spicco, cioè quel Diego , che contro la Spal dovrebbe tornare a disposizione e forse partire addirittura da titolare. L’argentino d’altronde, pur se trentenne, è l’esterno di fascia che meglio sa saltare l’uomo nell’uno contro uno e creare così la superiorità numerica. Motivo in più per considerarlo un’arma importante sopratutto contro le squadre che contro la Roma scelgono la strada del bunker, della difesa ermetica. Vero che, sulla carta, non sembrano queste le caratteristiche principali della formazione ferrarese, che ama giocare e creare, come ha dimostrato anche domenica scorsa contro l’, ma la presenza di consente senz’altro all’allenatore giallorosso di avere una freccia in più al proprio arco, anche perché l’affiatamento con Kolarov sulla fascia sinistra ha rappresentato il trampolino di lancio della squadra in tante partite della scorsa stagione. (...) Discorso diverso invece per Rick Karsdorp, 23 anni, l’olandese giunto per essere titolare della fascia destra nel ruolo di terzino prima che gli infortuni e il lento recupero lo frenassero. Karsdkorp al momento è dietro sia a che al rigenerato Santon, ed è per questo che si parla di un possibile ritorno in prestito al Feyenoord, dove la società lo ha acquistato per 14 milioni (più 5 di bonus). (...)

(gasport)