La penna degli Altri 11/08/2018 08:52

Monchi vola in Spagna. Schick chiede strada

Monchi dice che il suo blitz spagnolo (ieri era a Cadice) è legato alla famiglia: una toccata e fuga, dopo la tournée americana della Roma, per poi buttarsi a capofitto nell’ultima settimana di mercato prima dell’inizio della serie A. Cadice e Siviglia, però, sono vicine e si può facilmente unire svago e lavoro con una chiacchierata, con i dirigenti della sua ex squadra, per capire una volta per tutte se e come portare Steven N’Zonzi nella Capitale. (...) Il problema resta la clausola rescissoria da 35 milioni, troppo alta e da pagare subito. La notizia positiva è che il padre e agente di N’Zonzi, Fidele, ha rilasciato questa dichiarazione a Teleradiostereo: «La Roma è un’opzione. Se sto parlando con Monchi? Lui è un grande professionista, sa quello che fa e sa quello che sta facendo…». (...) A giugno sembravano tre i problemi principali da risolvere per migliorare una squadra comunque già forte: il , il regista e l’esterno mancino d’attacco da far giocare sulla fascia destra con il piede «invertito». Due mesi abbondanti dopo sono ancora da risolvere o sono stati risolti con un «aggiustamento». In attesa di Karsdorp, che resta ancora un punto interrogativo per quanto riguarda la sua resistenza fisica, è stato rinnovato il contratto a anche per coprire la fascia destra. Per il regista si punta su N’Zonzi, che però è più un incontrista. In attacco, sfuggito Malcom, sembra impossibile arrivare anche a Suso. Nel frattempo, tra tante voci di mercato, Cengiz Under si è un po’ intristito, anche pensando al suo stipendio che resta il più basso della rosa e che è molto distante da quelli proposti ad altri nel suo stesso ruol0 (...) Tra i giovani non c’è dubbio che il migliore e il più continuo nella tournée americana sia stato Patrik Schick. Ritrovata la condizione e scacciata la paura, il ceco ha fatto di nuovo vedere le qualità che avevano conquistato tutti quando vestiva la maglia della Sampdoria. Ma quale è il suo ruolo? Eterna riserva di o qualcosa di più? Ed è davvero impossibile vederli giocare insieme, per formare un attacco di giocatori alti, forti fisicamente ma anche molto tecnici? (...)

(corsera)