Altre 16/05/2018 17:17

FIGC: si va verso le elezioni, pronte le firme per Abete

Tra stasera e domani partirà la richiesta di assemblea elettiva: le firme già ci sono. All'appello manca ancora la Serie A, ma la strada è ormai segnata. Le quattro componenti della Figc si sono compattate per porre fine alla gestione commissariale di Roberto Fabbricini e puntare ancora su Giancarlo Abete per la presidenza. Lega dilettanti, Lega Pro, Assocalciatori e Assoallenatori hanno raggiunto l'obiettivo prefissato. Nella riunione di oggi presso la sede della Lega dilettanti hanno "completato la raccolta delle firme dei delegati per la richiesta di convocazione dell'assemblea elettiva della Figc", come reso noto in un comunicato al termine dell'incontro. Una volta partita la richiesta, il commissario Fabbricini avrà 90 giorni di tempo per convocare le elezioni. Se tutto andrà secondo i piani delle quattro componenti, entro metà agosto la Figc avrà un presidente eletto con un ampio consenso. Resta da capire cosa farà la Lega B, che intanto oggi ha partecipato al summit con il suo presidente Mauro Balata, e soprattutto la Lega A che secondo il commissario Giovanni Malagò andava coinvolta nella decisione essendo il motore economico e sportivo di tutto il movimento. "Oggi siamo stati qui come spettatori. Porteremo in assemblea lunedì le riflessioni fatte. La Lega B farà parte di questa cordata? Mi sembra prematuro, il presidente Abete è un galantuomo e una persona di grande equilibrio, così come il commissario Fabbricini, ma sarà l'assemblea a fare valutazioni politiche e in quella sede decideremo", si è limitato a dire Balata lasciando anzitempo la sede della Lnd. Per quanto riguarda la Lega A, lunedì prossimo Gabriele Gravina (Lega Pro) dovrebbe incontrare a Milano il presidente eletto Gaetano Micciché per cercare la sua adesione, magari mettendo sul tavolo una vicepresidenza federale per la Lega A. Le componenti sono convinte di avere già dalla loro parte 8-9 club del massimo campionato, ma non è da escludere la contromossa di una candidatura alternativa a quella di Abete. Si cercherà di coinvolgere anche l'Aiac di Renzo Ulivieri ma in ogni caso le quattro componenti tireranno dritto, forti di almeno il 73% della rappresentanza in consiglio. In attesa dell'investitura ufficiale Abete, che oggi lasciando la sede della Lnd ha parlato di "incontro positivo" senza esporsi su altri temi, farà anche da mediatore per la stesura del programma. Per quanto riguarda il Club Italia, resta in pole Paolo Maldini, ma in ambito Aic salgono le quotazioni di Gigi Buffon, capitano della che domani potrebbe annunciare il ritiro dal calcio giocato.

(Aip/AdnKronos)