Altre 20/10/2017 14:49

Uva: «In Italia stadi vuoti per poca attenzione alle infrastrutture. La Serie A non ha meno appeal di altri campionati»

«La Serie A non ha meno appeal degli altri campionati nonostante i mancati investimenti su stadi ed infrastrutture. Non fatevi ingannare dai costi dei diritti tv, non determinano il reale valore del torneo». Così il della Figc e vice presidente Uefa Michele Uva, lasciando il convegno «Infrastrutture per lo Sport» al Politecnico di Milano. Uva, dribblando i giornalisti, «non commenta il sorteggio» che ha accoppiato l'Italia alla Svezia nel playoff per la qualificazione ai Mondiali con una battuta: «Sono già passati tre giorni, non c'è nulla di nuovo».

«Negli ultimi 10 anni in Europa sono stati costruiti o ristrutturati 137 stadi per un investimento totale di 15 miliardi di euro. Di questi solo 3 in Italia, per un investimento di 150 milioni di euro. Questo dimostra che non c'è stata attenzione per le infrastrutture, vuoi per mancanza di visione vuoi per l'incapacità di valorizzare gli impianti esistenti. Il risultato è che gli stadi rimangono semi vuoti, se è vero che nel frattempo 16 milioni di biglietti nella nostra serie A sono rimasti invenduti - l'intervento di Uva - Stiamo lentamente risolvendo - rimarca Uva - il problema della violenza negli stadi, ma la casa è ancora vecchia. La a Milano è stata universalmente riconosciuta come una delle più belle e meglio organizzate finali degli ultimi anni. Ci siamo riusciti solo perché siamo riusciti a fare squadra. Bisogna ripartire proprio da lì, essendo consapevoli che senza investimenti non c'è futuro».