Altre 06/10/2017 16:40

As Roma, ricavi in calo: -44 milioni rispetto allo scorso anno

In calo i ricavi della Roma. La società giallorossa ha indicato nella relazione finanziaria annuale per l'esercizio chiuso al 30 giugno 2017, pubblicata sul sito ufficiale del club, anche le voci relative agli importi incassati nello scorso anno.

  • I Ricavi consolidati dell’esercizio, al netto dei risultati della gestione operativa del parco calciatori, sono pari a 175.000 migliaia di euro (219.429 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), in diminuzione di 44.429 migliaia di euro nell’esercizio, principalmente per la mancata partecipazione alla fase a gironi della .
  • I ricavi da gare, pari a 35,252 milioni di euro ed al 20% dei Ricavi d’esercizio (52.138 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), per biglietteria, abbonamenti, ed altri proventi, registrano un decremento netto di 16.886 migliaia di euro ,principalmente dovuto alla mancata partecipazione al torneo a gironi della  ed alla minore redditività riveniente dalla partecipazione alla UEFA Europa League. Il numero di biglietti venduti in campionato risulta complessivamente in crescita, rispetto all’esercizio precedente. In flessione, invece, l’afflusso dei tifosi alle competizioni europee, per la mancata partecipazione alla , e la disputa della UEFA Europa League, ritenuta di minor prestigio. In crescita il numero di spettatori alla TIM Cup, per il maggior numero di gare disputate.
  • Proventi pubblicitari, pari a 10.831 migliaia di euro (10.633 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), in crescita di 198 migliaia di euro nell’esercizio, sono relativi alla raccolta pubblicitaria effettuata da Soccer Sas, prevalentemente per servizi Premium Seats Corporate e vendita di spazi pubblicitari allo Stadio Olimpico,in occasione delle gare casalinghe della prima squadra. I Proventi del Campionato di serie A, nelle sue componenti, abbonamenti e vendite di singoli biglietti, pari a 19.373 migliaia di euro (19.190 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), registrano nell’esercizio un incremento complessivo netto di 183 migliaia di euro.
  • Biglietteria Campionato, pari a complessivi 10.288 migliaia di euro (9.531 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), sono in crescita di 757 migliaia di euro rispetto all’esercizio precedente.
  • Abbonamenti Campionato, pari a 9.085 migliaia di euro (9.659 migliaia di euro, al 30 giugno 2016) includono i ricavi per abbonamenti Premium Seats e registrano una flessione di 574 migliaia di euro, rispetto all’esercizio precedente.I sottoscrittori degli abbonamenti sono pari a n.18.983, a fronte di n.24.157, nella stagione sportiva 2015-2016.
  • Gare internazionali, pari 12.708 migliaia di euro (28.959 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), in diminuzione di 16.251 migliaia di euro nell’esercizio, sono riferiti alla partecipazione al preliminare di  (UCL), per 4.192 migliaia di euro, a fronte di 28.959 migliaia di euro, conseguiti nell’esercizio precedente, a seguito della disputa del torneo a gironi e degli ottavi di finale con il . I proventi rivenienti dalla partecipazione alla UCL sono composti da Participation bonus per 3.000 migliaia di euro (12.000 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), e da incassi per biglietteria per 1.192 migliaia di euro (8.459 migliaia di euro). Si fa presente che, nell’esercizio precedente, erano stati conseguiti ulteriori proventi, pari a 3.000 migliaia di euro, a titolo di Perfomance bonus e, per 5.500 migliaia di euro, per la qualificazione agli ottavi di finale.
  • La partecipazione alla UEFA Europa League (UEL), ha determinato il conseguimento di proventi per 8.460 migliaia di euro, di cui 2.600 migliaia di euro, per il Partecipation bonus; 3.413 migliaia di euro, a titolo di Performances bonus e, per 2.447 migliaia di euro, per incassi da biglietteria.
  • Nel saldo sono infine compresi proventi per 56 migliaia di euro (85 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), per la partecipazione al Torneo Youth League da parte della squadra Primavera, organizzato dalla UEFA a margine delle competizioni maggiori.
  • TIM Cup, pari a 2.185 migliaia di euro (125 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), sono in crescita nell’esercizio per il maggior numero di incontri casalinghi disputati (3 turni nella stagione 2016-2017, a fronte di un turno nell’esercizio precedente) e derivano dalla disputa degli ottavi di finale con la UC Sampdoria,dai quarti con il FC Cesena e dalla semifinale con la SS Lazio.
  • Gare amichevoli, pari a 986 migliaia di euro (3.779 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), risultano in diminuzione di 2.793 migliaia di euro nell’esercizio e derivano dalla partecipazione alla tournée estiva in USA e Canada ed alla Festa Famiglia, in casa con il San Lorenzo. Nell’esercizio precedente i proventi erano stati conseguiti per la partecipazione alla Guinness Cup in Australia e dalla disputa di gare all’estero con il , il Valencia e lo Sporting Lisbona.
  • Le attività di Merchandising hanno determinato il conseguimento di proventi per 5.728 migliaia di euro (3.366 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), quelle di Royalties e Licensing, per 2.328 migliaia di euro (2.039 migliaia di euro, al 30 giugno 2016).
  • Proventi da sponsorizzazioni, pari a 5.397 migliaia di euro (5.064 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), sono relativi ai proventi riconosciuti dalla NIKE in virtù del contratto stipulato nel mese di agosto 2013, con durata decennale e decorrenza 1° giugno 2014.
  • Proventi da licenza dei diritti di trasmissione, pari a complessivi 105.573 migliaia di euro (133.459 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), registrano un decremento di 27.886 migliaia di euro, rispetto all’esercizio precedente dovuto principalmente alla mancata partecipazione alla .
  • Proventi pubblicitari, pari a 10.831 migliaia di euro (10.633 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), in crescita di 198 migliaia di euro nell’esercizio, sono relativi alla raccolta pubblicitaria effettuata da Soccer Sas, prevalentemente per servizi Premium Seats Corporate e vendita di spazi pubblicitari allo Stadio Olimpico, in occasione delle gare casalinghe della prima squadra.
  • Altri ricavi e proventi, pari a 9.891 migliaia di euro (12.730 migliaia di euro, al 30 giugno 2016), registrano un decremento di 2.839 migliaia di euro nell’esercizio, sostanzialmente imputabile alla minore incidenza di proventi non ricorrenti.

(asroma.com)